Contenuto principale

Azienda Sanitaria dell'Alto Adige | 01.02.2019 | 16:57

Prenotazioni: servizio di promemoria attivato con successo

Pazienti che non disdicono una visita prenotata e tempi d’attesa troppo lunghi - alla luce di questa situazione, all'inizio dell'anno l’Azienda sanitaria dell’Alto Adige ha introdotto una serie di misure che stanno già producendo i loro effetti.

Foto: ©Fotolia - Lev DolgachovZoomansichtFoto: ©Fotolia - Lev Dolgachov

Informazione e servizio, questo il motto. I pazienti devono essere motivati a disdire per tempo il loro appuntamento se non desiderano più usufruirne o non sono più in grado di farlo. La cancellazione tempestiva è un prerequisito fondamentale per poter riassegnare questi appuntamenti e quindi ridurre i tempi d’attesa.

Una delle misure adottate è quella di rafforzare la comunicazione con le cittadine ed i cittadini. Per la maggior parte dei settori specialistici - altri verranno aggiunti nel corso del 2019 – la cittadina/il cittadino ora riceve un SMS con il proprio numero di prenotazione, la data, l'ora e il tipo di prestazione sanitaria. "Questo ci consente di comunicare attraverso un messaggio i dati essenziali della prenotazione, anche quando sono state effettuate prenotazioni telefoniche", spiega il Direttore generale dell’Azienda sanitaria Florian Zerzer, "fino ad ora questo era possibile solo per le prenotazioni effettuate direttamente allo sportello."
Un SMS viene inviato anche per la cancellazione di prestazioni sanitarie prenotate. In questo caso i pazienti ricevono un codice di disdetta contemporaneamente alla notifica che conferma la cancellazione. Questo SMS va conservato per sei mesi, quale prova documentale dell’avvenuta disdetta.

Conferma dell'appuntamento via SMS e nuovo servizio di promemoria
Nel corso del primo mese dall'attivazione del servizio SMS sono già stati inviati quasi 37.000 messaggi di conferma di appuntamento. Altri 3.000 messaggi hanno riguardato disdette o spostamento di appuntamenti: "In media, ogni giorno, vengono cancellati circa 140 appuntamenti che vengono immediatamente assegnati ad altri pazienti", sottolinea Luca Armanaschi, Direttore della Ripartizione Assistenza Ospedaliera dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige.
All'inizio del 2019 è stato inoltre introdotto un servizio di promemoria automatico: sette giorni prima dell’imminente appuntamento la paziente o il paziente riceve una chiamata. Questo per evitare che le scadenze concordate vengano dimenticate.
Se la chiamata di promemoria viene accettata, l'appuntamento può anche essere disdetto velocemente e facilmente utilizzando il campo numerico del telefono. Se per tre volte la chiamata non riceve risposta, il promemoria dell'appuntamento viene inviato via SMS.
Dall'entrata in funzione del servizio di promemoria sono state effettuate circa 6.500 chiamate automatiche per ricordare gli appuntamenti, di queste quasi il 70% ha ottenuto risposta: "Questo dimostra che il nostro servizio di promemoria è ben accolto dalla popolazione", afferma il Direttore generale Zerzer.

Sanzioni amministrative in caso di mancata disdetta
La sanzione amministrativa per la mancata disdetta introdotta all'inizio dell'anno è un'ulteriore misura volta a incoraggiare le pazienti ed i pazienti a disdire in tempo utile le prestazioni sanitarie prenotate che non possono più essere usufruite. Poiché nelle ultime settimane molte cittadine e molti cittadini hanno chiesto informazioni più dettagliate, il numero di chiamate giornaliere al Centro Unico di Prenotazione Provinciale è aumentato del 27% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Per il comprensorio sanitario di Bolzano le chiamate ogni giorno in entrata sono circa 1.300 e la durata media di una telefonata è passata da tre a quattro minuti. L'Azienda sanitaria dell’Alto Adige ha immediatamente avviato delle misure per far fronte a questo incremento del traffico telefonico in entrata. Il 4 febbraio 2019, verrá riaperto lo sportello per le prenotazioni presso il Distretto San Quirino/Gries e inoltre tre collaboratori/collaboratrici prenderanno servizio con effetto immediato presso il servizio di prenotazione. Inoltre, a breve sarà bandito un concorso per altri 13 collaboratori/collaboratrici. I congedi ordinari per vacanza del personale del Centro Unico di Prenotazione sono stati posticipati. “Non ci aspettavamo un simile aumento del numero di chiamate telefoniche dovuto all'introduzione di questa sanzione amministrativa", spiega Luca Armanaschi, "ma abbiamo reagito tempestivamente avviando tali contromisure."

L’Azienda sanitaria dell’Alto Adige sottolinea che le prenotazioni possono essere effettuate anche via e-mail a prenotazione.bz@asdaa.it per Bolzano, prenotazione.me@asdaa.it per Merano, prenotazione.bs@asdaa.it per Bressanone e prenotazione.br@asdaa.it per Brunico.
Tutte le informazioni in merito alla disdetta di un appuntamento sono consultabili sul sito dedicato www.asdaa.it/disdire.

Informazioni per i media:
Ripartizione Comunicazione, Marketing e Relazioni con il Pubblico dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige, tel. 0471 907153

(RED/TDB)



Altre notizie di questa categoria