Contenuto principale

Azienda Sanitaria dell'Alto Adige | 11.03.2020 | 18:27

Coronavirus, sospese le visite mediche non urgenti

Visite specialistiche, operazioni e prestazioni sanitarie non urgenti sono sospese. I cittadini interessati verranno contattati, nessuna sanzione per la mancata disdetta degli appuntamenti.

Sospese da oggi al 6 aprile tutte le visite e le prestazioni sanitarie differibiliZoomansichtSospese da oggi al 6 aprile tutte le visite e le prestazioni sanitarie differibili

Tutte le prestazioni sanitarie differibili, dalle prime visite specialistiche a quelle di controllo, dalle operazioni non urgenti alle prestazioni diagnostiche, sono sospese in tutti gli ospedali dell'Alto Adige presumibilmemte sino al 6 di aprile. Lo ha deciso oggi (11 marzo), l'Azienda sanitaria. Sospese per lo stesso periodo di tempo anche le sanzioni per le mancate disdette degli appuntamenti, continueranno ad essere comunque garantite le prestazioni sanitarie considerate urgenti e clinicamente necessarie. L'obiettivo della misura è quello di ridurre gli accessi alle strutture ospedaliere per ridurre al minimo il rischio di contagio da Coronavirus per tutti gli utenti dei servizi sanitari, per il personale medico e infermieristico e per i pazienti. Senza contare che l'Azienda sanitaria deve mettere a disposizione medici e infermieri per le prestazioni aggiuntive come il cosiddetto Pre-Triage.

Non sarà necessario contattare il CUPP

Nei comprensori sanitari di Bressanone e Brunico gli appuntamenti prenotati per i prossimi giorni e per le prossime settimane sono già stati sospesi, ora accadrà lo stesso anche per i comprensori sanitari di Bolzano e Merano. Le persone che, sino al 6 aprile 2020, avevano in programma visite con priorità P (programmate) o con priorità D (differibili) saranno contattate dall'Azienda sanitaria. Le uniche eccezioni riguardano le visite ostetriche, oncoematologiche, oncologiche, oncologiche pediatriche, le visite di controllo per i piani terapeutici e tutte le altre prestazioni urgenti e necessarie dal punto di vista clinico. Non è necessario contattare il Centro unico di prenotazione provinciale (CUPP) per lo spostamento delle visite, per il periodo in cui sarà in vigore la sospensione, tutte le sanzioni previste normalmente per le mancate disdette non saranno applicate. Rimangono validi, invece, gli appuntamenti presso le strutture private e convenzionate dell'Alto Adige, ovviamente nello stretto rispetto di tutte le misure igienico-sanitarie di prevenzione e sicurezza. Le medesime linee-guida saranno applicate anche nelle sale di attesa.

Vaccinazioni e visite particolari

Per quanto riguarda le vaccinazioni, sono sospese tutte le vaccinazioni per i viaggi all'estero, quelle previste per le persone adulte, nonchè i colloqui con i genitori e i cosiddetti richiami delle vaccinazioni per i bambini. Continueranno ad essere svolte regolarmente, invece, le seguenti prestazioni: prima vaccinazione per bambini sino ai 5 anni di età, vaccinazioni per pazienti con patologie di rischio, vaccinazioni per donne in gravidanza, vaccinazioni per i richiedenti asilo e visite per le patenti di guida. Sospese, inoltre, tutte le visite programmate del Servizio di medicina dello sport, rimane attivo un servizio di emergenza per le visite urgenti di categorie particolari di persone (vigili del fuoco, forze di polizia, operatori del servizio sanitario e di emergenza, ecc.) e per prestazioni speciali come l'holter cardiaco.

(USP)



Altre notizie di questa categoria