Contenuto principale

News

Prevenzione | 17.06.2020 | 12:23

Giornata Mondiale della Donazione del Sangue

Il Servizio aziendale di Immunoematologia e Trasfusionale, l’AVIS e l’FC Südtirol insieme per promuovere le donazioni del sangue.

Da sinistra: Alberto Bello, Diego Massardi, Ugo Salvadori, Hannes Fink, Tommaso Betta, Paolo Massardi, Maurizio Martinis, Claudia Peer Tocchio;ZoomansichtDa sinistra: Alberto Bello, Diego Massardi, Ugo Salvadori, Hannes Fink, Tommaso Betta, Paolo Massardi, Maurizio Martinis, Claudia Peer Tocchio;

In occasione della Giornata Mondiale della Donazione del Sangue che ricorre il 14 Giugno 2020, l’AVIS Bolzano in collaborazione con il Servizio aziendale di Immunoematologia e trasfusionale hanno organizzato il 12 giugno 2020 una conferenza stampa presso il Giardino d’inverno dell’ospedale provinciale di Bolzano.

Alla conferenza, oltre al dott. Ugo Salvadori del Servizio di Immunoematologia, ai presidenti di AVIS Bolzano, Claudia Peer Tocchio di AVIS Alto Adige, Diego Massardi è intervenuta in qualità di partner e testimonial dell’AVIS anche la società calcistica FC Südtirol-Alto Adige rappresentata dal direttore Marketing Hannes Fischnaller, direttore sportivo Paolo Bravo e il capitano Hannes Fink.

“Più si parla di donazione del sangue, maggiore sarà la possibilità di poter contare sempre sul numero di donatori necessari per coprire il fabbisogno di sangue e plasma” questo in sintesi l’appello della presidentessa ai numerosi media presenti.

Appello ribadito anche dal capitano del FC Südtirol-Alto Adige, Hannes Fink: “Con le nostre donazioni vogliamo essere un esempio per tutti”.

La giornata mondiale della Donazione del Sangue ovvero il “World Blood Donor Day” è stato istituito nel 2004 per opera dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), della Croce Rossa, della Federazione Internazionale delle Organizzazioni di Donatori di Sangue (FIODS/IFBDO/AVIS) e della ISBT, International Society of Blood Transfusion e si celebra il giorno della nascita del biologo austriaco e premio Nobel Karl Landsteiner, scopritore dei gruppi sanguigni all'inizio del 1900 e co-scopritore del fattore Rhesus nel 1940.

La donazione del sangue in Italia, a differenza di altri paesi è volontaria e non remunerata e conta al momento oltre 1,7 milioni di donatori, di cui 1,3 periodici e oltre 300mila alla prima donazione. Il numero di donazioni è stato di poco superiore ai 3 milioni con un’incidenza sulla popolazione di circa 50 per ogni mille abitanti.

In media si parla di una donazione di sangue ogni 10 secondi che consente di trasfondere circa di 1.745 pazienti al giorno e di trattare con medicinali plasma derivati migliaia di persone al giorno.

(GF)



Altre notizie di questa categoria