Contenuto principale

News

Azienda Sanitaria dell'Alto Adige | 09.06.2022 | 15:29

Premiata la Stroke Unit dell’Ospedale di Bolzano

Tale unità del nosocomio in via Böhler si occupa di pazienti colpiti da ictus ed è stata premiata con la certificazione “Oro” dall‘iniziativa Angels.

Stroke Unit dell’Ospedale di Bolzano: d.s.a.d. Thomas Piazzi, Loredana Cozma, Doris Kompatscher, Dina Yallerco, Dr.ssa Dall’Ora Elisa, Elisa Bonilla, Elsa Lamuca, Pietro Biasin; foto: sabesZoomansichtStroke Unit dell’Ospedale di Bolzano: d.s.a.d. Thomas Piazzi, Loredana Cozma, Doris Kompatscher, Dina Yallerco, Dr.ssa Dall’Ora Elisa, Elisa Bonilla, Elsa Lamuca, Pietro Biasin; foto: sabes

L’iniziativa Angels è impegnata in tutto il mondo per migliorare l’assistenza ai pazienti colpiti da ictus. A tal fine, valuta la qualità delle cure offerte dai diversi ospedali assegnando dei premi. La Stroke Unit dell’ospedale di Bolzano, che dal 2019 è nell’orbita del summenzionato progetto, ha ottenuto la cosiddetta certificazione “Oro” alla fine del 2021 ed è la terza volta che ottiene questo riconoscimento.

“Il Progetto Angels ci consente di conoscere anche i reparti di altri ospedali e di fare rete”, spiegano la responsabile medico del progetto Angels Elisa Dall’Ora, e il Coordinatore infermieristico della Stroke Unit, Thomas Piazzi. “Siamo orgogliosi di aver ricevuto questo premio. Dal punto di vista del nostro team è una motivazione in più per continuare a formarsi e migliorarsi al fine di ottimizzare ulteriormente i processi di cura delle/dei pazienti con ictus”.

Il premio rappresenta un notevole successo e un riconoscimento per l’arduo impegno dell’équipe medica e infermieristica della Stroke Unit, che si prodiga ogni giorno per le/i pazienti. Anche il Direttore generale, Florian Zerzer, si compiace del riconoscimento: “Vorrei esternare i miei complimenti e un grande ringraziamento all’intero team della Stroke Unit”.

I criteri di valutazione includono il tempo trascorso dal ricovero in ospedale all’inizio del trattamento, delle terapie e le procedure diagnostiche utilizzate, nonché l'eventuale trattamento delle/dei pazienti in unità speciali per ictus. Per la certificazione “Oro” si raggiunge l’80% di queste caratteristiche di qualità, per la “Platinum” l’85, mentre per la “Diamante” il 90%.

La Stroke Unit è un’unità subintensiva. Indipendentemente dall’età e dal tipo di ictus, rappresenta la struttura assistenziale ottimale per le/i pazienti. Essa costituisce una parte centrale della catena di soccorso. L’emergenza inizia con il riconoscimento dei sintomi tipici. Si va dalla chiamata al 112 al trasporto in ospedale fino alla valutazione in Pronto Soccorso e all’applicazione di procedure diagnostiche radiologiche e di laboratorio, dopodiché si inizia la terapia. Solo a questo punto il paziente viene ricoverato nella Stroke Unit. Dopo la dimissione dall’ospedale, segue ancora la riabilitazione.

Che cos'è l’ictus (stroke)?
Lo stroke è un termine generico che si riferisce a un gruppo di disturbi vascolari del sistema nervoso centrale: nell’80% dei casi è ischemico ed è dovuto all’occlusione dei vasi cerebrali, nel restante 20% dei casi è emorragico e consegue alla rottura dei vasi cerebrali. Quanto prima un ictus viene riconosciuto e trattato, tanto migliore sarà la prognosi (“time is brain”). In caso di comparsa improvvisa di debolezza o intorpidimento di una metà del corpo, disturbi della vista o della parola, vertigini o disturbi dell’equilibrio, mal di testa intenso, è necessario chiamare immediatamente il numero di emergenza (112) per mettere in moto la catena dei soccorsi.

Informazioni per i media: Ripartizione Comunicazione dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige

(VS/RL)



Altre notizie di questa categoria