Contenuto principale

News

Iniziative | 07.07.2022 | 09:20

Ospedale provinciale di Bolzano: nuovo accesso per ciclisti e pedoni

Da martedí è disponibile una nuova entrata per cicliste/i e pedoni nell’area sud-ovest dell’Ospedale provinciale di Bolzano.

la prima ciclistaZoomansichtla prima ciclista

Martedí (5 luglio 2022) è stato inaugurato il tanto atteso varco situato nell’area posteriore della Nuova clinica dell’Ospedale provinciale di Bolzano, accessibile tramite pista ciclabile e pedonale. Tra i presenti figuravano la Direttrice comprensoriale Irene Pechlaner, il capo della Ripartizione Tecnica e Patrimonio, Heinrich Corradini, il Coordinatore amministrativo del Comprensorio sanitario di Bolzano, Luca Armanaschi, e il capo dell’Ufficio mobilità del comune, Ivan Moroder. Il nuovo accesso resterà aperto tutti i giorni dalle ore 6:30 alle ore 20:00. Grazie ad esso, cicliste/i e pedoni possono evitare di dilungarsi per un altro mezzo chilometro.

“Questa nuova e funzionale opzione di accesso è molto importante per l’ospedale provinciale. Considerando quante persone si spostano per venire qui ogni giorno, tale connessione è una soluzione eccezionalmente pratica. Finora, la parte posteriore della Nuova clinica, posta vicino al padiglione W, era inaccessibile a visitatori, visitatrici e pazienti. Infatti, l’ingresso era raggiungibile solo attraverso un prolungamento di strada”, afferma la Direttrice comprensoriale, Irene Pechlaner.

L'Ospedale provinciale di Bolzano è ora ben collegato alla città da tutti i lati. I visitatori e le visitatrici possono utilizzare diverse forme di mobilità sostenibile e combinarle secondo necessità per raggiungere il nosocomio.

“Sono molto contento del fatto che siamo riusciti a portare a termine uno dei nostri obiettivi nell’ambito del Mobility Management. Altre soluzioni sono in corso o in fase di sviluppo”, ha spiegato Luca Armanaschi. “Ringrazio l’Assessore Stefano Fattor e l’amministrazione comunale di Bolzano. Un elogio in particolare, poi, va a quelle collaboratrici e quei collaboratori che ci hanno dato una mano perché certi obiettivi non sono raggiungibili se si è soli”.

 

(MB)


foto di gruppo Zoomansicht foto di gruppo
nuovo accesso Zoomansicht nuovo accesso

Altre notizie di questa categoria